abbiamo una banca!

[quel furbone di Fassino]

se non incasso non incasso, e allora m’incasso

[falegname Levi]

meglio una torta in tanti che una merda da solo

[Dino]

voglio dire, l’avrà pure fatta qualche pompa, Concita De Gregorio

[qualcosadelgenere.com]

sodomia: il modo migliore per dire “ti ano”

[autoproduzione]

passa Gimondi / con gli occhi rotondi
la testa quadrata / e la bici scassata

[da bambini]

la distanza fra Dro e Ceniga è come dal buco del culo alla figa

[detto popolare]

la distanza tra Arco e Riva del Garda è come dal buco del culo alla bernarda

[detto da uno che conosco]

– scusi, qui siamo al mare?
– no, qui siamo a Panecaldo

[Worzel Gummidge]

non devo dire cazzate

[Vittorelli]

Sandro, hai i calzini scompagnati!

[Ronny, via Settimana Enigmistica]

una rondella non fa primavera

[Elio e le Storie Tese]

noi, il romanticismo, l’abbiamo disintegrato

[Ruphus & Sarlavia]

alcune medicine sono reali, altre solo supposte

[liceo]

anche usando la fica si può essere un’artista

[Moana Pozzi]

stanco io? guarda che se voglio, giro la macchina e torniamo ad Amburgo!

[Dino]

a Carnevale ogni scherzo vale

[detto]

il mio Minicaliffo ha fatto la cacca!

[Raffaele Goj]

le città principali dell’orografia sono il Piemonte

[bambino della Val di Fiemme]

era meglio morire da piccoli / con i peli del culo a batuffoli
che morire da vecchi soldati / con i peli del culo bruciati

[Sarlavia]

è dura. molto dura

[Squallor]

ridi, ridi, che la mamma ha fatto i gnocchi

[tipica]

Brasil / te g’hai l’osel che ‘l pesa en chil / l’è tant che ‘l manech de ‘n badil
che quando ‘l casca ‘l fa scintill / Brasil / Brasil

[elementari, sull’aria di Brasil – segnalazione di lmelk]

la differenza tra teoria e pratica e che in teoria non dovrebbe esserci nessuna differenza, ma in pratica c’è

[ohibò]

il massimo è solo il Bregani

[i suoi amici]

la befana vien di notte / con le scarpe tutte rotte […]

[popolare]

Garibaldi fu ferito / fu ferito ad una gamba
Garibaldi che comanda / che comanda il battaglion

[canzonetta]

alza il braccio che si sleccazzo l’ascella

[G. Cattoi, alla supplente di ginnastica]

arbeit macht frei

[Theodor Eicke, per Auschwitz ed altri]

sursum corda

[Cristiano Cumer]

la lirica è una boiata, perché stanno lì, eee-eee ooo-ooo uuu-uuu, e ci mettono un secolo a finire una frase

[Reumo]

sono fatta così! sono fantastica!

[Sarlavia]

non ti fidar di me se il cuor ti manca

[asso di spade, carte trevisane]

in mezzo alla valle / c’è un filo d’erba
che vinca o che perda / la Juve è una merda

[elementari]

anche le invasioni barbariche erano illegali

[Michele Serra]

non sono io il razzista, è lui che è un terrone

[classica]

tempo, cul e siori, i fa quel che i vol lori

[l’amica di Rovereto]

tagliamoci i capelli e andiamo a lavorare

[esortazione]

Dimitri hai fatto la piscia?

[muro dietro il Buonconsiglio]

ma che belle gambe, a che ore aprono?

[Enrico]

si trasforma in un razzomissile

[Goldrake]

spezzeremo le reni alla Grecia

[capoccione]

chi ama la montagna le lascia i suoi fiori

[funivia]

continuiamo così, facciamoci del male

[Riccardo Cramarossa, via Michele Apicella]

su bel duro, come la sella di un cosacco

[Maurizia Paradiso]

aupa allí, ponme un refresco de limón

[José ‘Aupa’ ‘Bilbao’, con il mignolo nell’orecchio]

nei secoli fedele

[l’Arma]

spiza ale bale / temporale
spiza ai coioni / nuvoloni
spiza al osel / tempo bel

[Pomi – segnalazione di lmelk]

il vantaggio è quando una birra media costa meno di due piccole

[Boris]

era una notte buia e tempestosa…

[Snoopy]

quell’altro? sarà in India, in un kibbutz, a farsi crescere i rasta sotto le unghie dei piedi

[Frans]

centodiciotto: numero che viene dopo il centodiciassette e prima del centodiciannove

[Wikipedia, ‘sti cazzi]

chi col dito il cul si netta / tosto in bocca se lo metta
così resterà pulito / il muro, il culo e anche il dito

[simpatico]

sono arrivato uno!

[Gustav Thöni]

volli, e volli sempre, e fortissimamente volli

[Vittorio Alfieri]

Giuda ballerino!

[Dylan Dog]

e dove fanno il deserto lo chiamano pace

[Tacito]

hai mille lire?

[la pazza del cappuccino]

non esiste la benché minima indicazione che ci induca a pensare che l’energia atomica verrà mai ottenuta

[Albert Einstein, 1932]

te la do io l’America

[Beppe Grillo]

la me mama la me g’ha dit che g’ho i oci da mato. e mi l’ho copada

[Giangi]

tua la suora senza ritorno

[infanzia]

i miei articoli non li taglia nemmeno dio!

[Indro Montanelli]

fa’ il saltino, Matteo!

[Francesco Salvi]

il sabato è fatto per l’uomo e non l’uomo per il sabato

[vangeli]

da qui, messere, si domina la valle / ciò che si vede, è

[Banco del Mutuo Soccorso]

non gettare oggetti dal finestrino

[Ferrovie dello Stato]

eins, zwei, polizei / drei, vier, grenadier
fünf, sechs, alte hex’ / sieben, acht, gute nacht!

[MoDo]

sono pazzi questi romani

[Asterix]

cento, cento, cento!

[deficienti]

rigore è quando arbitro fischia

[Vujadin Boskov]

con la collaborazione di ACI, ANAS, AISCAT, Società Autostrade, e con la partecipazione dell’Agip

[radio]

l’occasione fa l’uomo ragno

[Max de Roma]

l’osso sacro si chiama così perché assiste alla messa in culo

[battutaccia]

penso che se Adolph Hitler fosse ancora al mondo sarebbe felice della situazione attuale

[Charles Bukowski]

campioni del mondo! campioni del mondo! campioni del mondo!

[Nando Martellini]

dio c’è

[pilastri dell’autostrada]

errare humanum est, perseverare ovest

[cazzata]

hay de todo, en la viña del señor

[Pepe]

serve un uomo per stanotte?

[Enrico ‘Pacciani’]

taxi! insegua quella macchina!

[films]

sale e scende la marea / Sandokan ha la diarrea
e Marianna con piacere / gli pulisce il sedere

[elementari]

la lingua batte dove il clito ride

[simpatica]

la religione è l’oppio dei popoli

[Karl Marx]

ma cosa siete voi, donne?

[Matteo Grillo]

cameriere, il conto

[classica]

io sono il re / e cago sul bidè

[the Ficient]

tornando a casa, troverete i bambini. date loro una carezza e dite: questa è la carezza del papa

[Giovanni XXIII]

più veloce della luce!

[Superman]

pensavo fosse la fantesca

[Marco Dal Bianco]

ambarabbà ciccì coccò / tre civette sul comò
che facevano l’amore / con la figlia del dottore […]

[infanzia]

all’armi, siam fascisti!

[fascisti]

oramai l’è morta

[Sopina]

Fidel Castro rimarrà al potere al massimo per un anno

[Fulgencio Batista, 1959]

seduto in quel caffè, io non pensavo a te…

[Lucio Battisti]

Ciro, Ciroooooo!!!

[Sandra Milo]

mai dire una bugia quando puoi cavartela a forza di stronzate

[Arthur Abdel Simpson]

elementare, Watson

[Sherlock Holmes]

– papà, papà, ‘ndo set?
– gireghe ‘ntorno!

[stronzata]

ma io ho cagato? si, ho cagato

[blog]

panta rei os potamòs

[Eraclito, secondo tradizione]

argomenti

hanno detto

valesta su dodici
gra su ottantotto
ruphus su ventitré
Reumo su ventitré
ippaso su centotrenta

  • 25,816 visite